Facebook: finalmente rimossa la pubblicità offensiva

censored-pigemos

Facebook ha annunciato in data 28 Giugno che avrebbe rimosso tutta la pubblicità di alcuni gruppi a tutela degli inserzionisti insoddisfatti. Fino ad ora erano davvero pochi i controlli che venivano effettuati sul social più famoso al mondo e diversi reclami sono arrivati a quartier generale di Menlo Park.

Successivamente a queste lamentele Facebook ha deciso di regolamentare  il tutto eliminando totalmente la pubblicità da certe pagine. Ecco cosa dice il comunicato ufficiale:

“Da ora in poi proveremo a eliminare la presenza di pubblicità a fianco di Pagine e Gruppi che contengano qualsiasi contenuto violento, urtante o sessuale (ma che non viola le nostre norme di utilizzo). Prima di questo cambiamento, una Pagina che vendeva prodotti per adulti poteva avere pubblicità sulla fascia destra; ora non ci saranno pubblicità vicino a questo tipo di contenuti”

Il New York Times spiega in suo articolo che la società si è dimostrata stranamente molto infastidita davanti alle richieste per esempio delle associazioni a tutela delle donne. Questi gruppi hanno contestato a Zuckerberg che alcuni di questi annunci pubblicitari erano lesivi per la loro dignità. La polemica hai poi preso dimensioni tali da far intervenire gli stessi investitori obbligando Facebook ad intervenire.

Finalmente Facebook ha ascoltato queste richieste insistenti modificando le regole sugli annunci. Modifiche che forse andavano fatte molto tempo prima anche se i contenuti non erano apparentemente lesivi, come cita il regolamento in merito ai contenuti. Oggi internet ha un enorme potere nel campo della pubblicità, forse andrebbero stabilite delle regole su cosa va pubblicato e dove, putroppo però si arriva sempre tardi e questo non è un bene per questo mondo che spesso non ha il minino controllo.

Advertisements

Informazioni su AndreCerutti

Disegnatore meccanico e Information Technology per lavoro, musicista per passione, scopre il mondo dei social network e da allora non riesce più a smettere. Vive con la convinzione che "se non conosce una cosa la impara".

Pubblicato il 1 luglio 2013, in Facebook con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: